Impianto singolo in zona estetica con protesi avvitata realizzata in digitale

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 1

Il paziente LN si presenta in studio in regime di urgenza con dolore alla compressione a carico del 11, mobilità e sanguinamento al sondaggio mediale. Nulla da segnalare all’anamnesi medica. Il paziente effettua controlli di igiene orale periodici semestrali presso lo studio.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 2

Si esegue rx endorale che evidenzia lesione parodontale mesiale. La mobilità coronale e la lesione parodontale sono elementi che portano alla diagnosi di frattura confermati dalla clinica. I livelli ossei e dei tessuti molli permetterebbero una estrusione ortodontica dell’elemento, ma il paziente rifiuta questa opzione e preferisce l’estrazione dell’elemento con inserimento immediato di un impianto.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 3

Si eseguono 2 alginati per preparare una guida chirurgica e si allestisce la sala operatoria per la chirurgia Impiantare. Il paziente non presenta alcuna controindicazione alla chirurgia Implantare ed ha eseguito 2 anni fa una riabilitazione implantoprotesica sul quadrante 2.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 4

Contestualmente all’inserimento implantare si provvederà ad eseguire un innesto vestibolare per compensare un eventuale contrazione dei tessuti durante la guarigione e un riempimentodel difetto osseo mediale.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 5

Vengono prese delle impronte immediatamente dopo la chirurgia e in un ora il laboratorio prepara un provvisorio in resina avvitato sulla testa dell’impianto. Nel frattempo si esegue una rx di controllo con la vite di guarigione.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 6

Controllo a 10 giorni dall’intervento e verifica del profilo di emergenza piatto all’interno del solco gengivale senza alcuna compressione dei tessuti.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 7

Dopo 9 mesi circa si procede alla finalizzazione del caso con impronte digitali sia del tragitto mucoso dell’impianto che della posizione dello stesso attraverso uno scan abutment.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 8

Progettazione,modellazione e controllo occlusale del manufatto eseguita in digitale dal laboratorio Angelo Canale di Rimini.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
DIAPOSITIVA N. 9

La corona definitiva sarà realizzata in Zirconia avvitata sulla testa della fixture stratificata vestibolarmente dando il massimo supporto nella zona incisale e in prossimità del foro di accesso della vite.

DIAPOSITIVA N. 10

Model Builder che permetterà la fabbricazione del modello per il controllo delle fasi finali di lavorazione odontotecnica.

DIAPOSITIVA N. 11

Situazione clinica con sovrapposta radiografia impianto.

DIAPOSITIVA N. 12

Situazione clinica con impianto senza corona avvitata e caso clinico completato. Il margine gengivale dell’elemento naturale è perfettamente sovrapponibile con quello dell’implanto-protesi.

DIAPOSITIVA N. 13

A sinistra la situazione clinica prima del trattamento con la vecchia corona sul centrale
fratturato e a destra il caso completato con impianto e corona avvitata.

DIAPOSITIVA N. 14

Sorriso finale del paziente con la nuova corona avvitata sull’impianto a carico dell’ 11.

Tutte le immagini fotografiche pubblicate all'interno del sito WWW.AIOP.COM, sono di titolarità esclusiva dei relativi autori; ne è pertanto vietata la riproduzione, permanente o temporanea, l'adattamento, la comunicazione al pubblico, la diffusione, la distribuzione al pubblico senza il preventivo ed espresso consenso del titolare dei diritti d'autore sulle medesime immagini fotografiche.